Solai alleggeriti biassiali: BubbleDeck o Bi-nervato?

In merito alla questione, trattasi di due sistemi fondamentalmente diversi, non solo sotto l'aspetto costruttivo, ma anche nella trattazione specifica della tecnica delle costruzioni. Il solaio BubbleDeck® è di fatto definibile come una soletta massiccia alleggerita. Per quest'ultima infatti, mediante l'introduzione di opportuni coefficienti correttivi, valgono tutte le teorie ed i metodi di calcolo previsti per i solai massicci pieni. Per i solai Bi-nervati invece, la base di resistenza sta tutta nelle nervature (per quanto attiene alla resistenza di taglio e torsione) e nella cappa di estradosso come elemento resistente a compressione. La gestione di questo mix ibrido di parti di elementi resistenti dev'essere gestita con la massima precisione e cura affinché funzioni a dovere. Inoltre, un ulteriore pericolo sempre in agguato per questo tipo di solai, è la non perfetta aderenza tra getto di calcestruzzo e acciaio di intradosso che, proprio per le oggettive difficoltà esecutive, rischiano di creare pericolose discontinuità tra gli strati di elementi resistenti cui fa capo l'intera sezione. Ricordiamo a tal proposito che le teorie di scienza delle costruzioni, che stanno alla base e fondamento di tutte le normative tecniche vigenti, presuppongono come prima ratio la perfetta aderenza tra calcestruzzo e acciaio e quindi la conservazione delle sezioni piane. Nel momento in cui si genera discontinuità tra gli strati costitutivi di una soletta, viene meno il modulo di resistenza della sezione totale che viene involontariamente sostituito da uno di entità drammaticamente inferiore e che, molto probabilmente, non sarà più in grado di ottemperare a ciò per cui è chiamato a resistere.